Accedi
Commenti 5

Scuola di psicologia sotto accusa: replica della direzione

La direzione della Scuola di Studi Cognitivi e Formazione replica alle accuse del Mattinonline: "Sono falsità"

La Scuola di Studi Cognitivi e Formazione CH prende posizione sulla polemica esplosa la scorsa settimana sulla presunta non validità dei titoli di studio da essa rilasciati (vedi articoli suggeriti).

La scuola di Lugano respinge al mittente le accuse di raggiramento e imbroglio ai danni degli studenti: "Nessuno si è mai spacciato per "finto psichiatra". Non è stato commesso alcun abuso professionale. Il programma di lezioni è stato rispettato rigorosamente. Il nome del responsabile amministrativo della Scuola è reperibile anche sul Registro di Commercio. I nomi dei responsabili didattici della Scuola sono reperibili sul sito della Scuola. Nel suo mail datato 13 maggio 2016 la Federazione Svizzera degli Psicologi (FSP) sostiene che l'articolo del Mattino della Domenica, accessibile anche tramite Mattinonline ha travisato alcuni fatti sull'accreditamento federale dei corsi di formazione. Infatti, la FSP aveva debitamente accreditato e autorizzato la Scuola sin dal giugno 2012."

Gli organi della Scuola si riserveranno il diritto di procedere in sede giudiziaria contro coloro che hanno diffuso e diffonderanno in futuro le notizie suddette e ogni analoga informazione denigratoria.

Il Mattinonline conferma invece di mantenere la propria versione dei fatti e preannuncia la pubblicazione di materiale probatorio. 

Redazione | 20 mag 2016 17:35

Articoli suggeriti
Riemerge il problema legato agli istituti non accreditati dalla Confederazione. Qual è la situazione in Ticino?
Massimiliano Robbiani interroga il Governo: "Come crede di arginare questo fenomeno sempre più in crescita?"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'