Accedi
Commenti 22

"Coduri ha commesso un grosso errore"

Proto non si è volatilizzato, anzi: "Sono ancora disposto a riprendere il Centro Ovale, se la proprietà si scuserà"

Nell'articolo di stamattina sul Centro Ovale di Chiasso abbiamo scritto, erroneamente, che l'imprenditore italiano Alessandro Proto si sarebbe volatilizzato.

Erroneamente perché, come ci spiega lui stesso, la sua offerta per riprendere l'emporio chiassese è tuttora valida.

Proto afferma che la sua offerta, che prevede un pagamento annuale di 1,5 milioni di franchi al Centro Ovale e lo sviluppo di un polo finanziario, era stata presentata ad Arnoldo Coduri, il quale però l'aveva scartata.

Vista la decisione del presidente della Centro Ovale 1 SA, Proto si è quindi fatto da parte. Ma è disposto a tornare alla carica con il nuovo interlocutore.

"Ribadiamo che la nostra proposta era ed è tuttora l'unica strada possibile per sanare il Centro Ovale" afferma. "L'averla scartata, è stato un grosso errore commesso dal signor Coduri."

L'azienda dell'imprenditore italiano, la Proto Group Ltd, è quindi ancora a disposizione, "previo ricezione di formali scuse da parte dell'attuale proprietà."

Redazione | 17 mar 2016 09:10

Articoli suggeriti
L'emporio di Chiasso cerca un nuovo presidente. E saluta l'uscente: "Siamo dispiaciuti di perderlo"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'