Accedi
Commenti 8

Losanna fa l'occhiolino alla Formula E

Il politecnico federale si è detto disposto a collaborare scientificamente con Lugano per il progetto Swiss ePrix

Incontro proficuo ieri a Losanna tra una delegazione ticinese e il politecnico federale della svizzera francese. Il sindaco Marco Borradori, il direttore della SUPSI Franco Gervasoni, il direttore dell'Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale (IDSIA) Luca Gambardella e il promotore della mozione che ha chiesto la reintroduzione delle gare di velocità su strada per i veicoli elettrici Fathi Derder hanno presentato al presidente dell'EPFL, la scuola politecnica federale di Losanna, Patrick Aebischer il progetto Swiss ePrix Lugano.

L’obiettivo dell'incontro era di verificare la disponibilità a una collaborazione scientifica tra EPFL e SUPSI nell'ambito del progetto Swiss ePrix Lugano. Patrick Aebischer ha confermato che l'EPFL è pronto a sostenere l’iniziativa dal punto di vista istituzionale, tecnico e pratico e ad approfondire modalità di collaborazione con la SUPSI in qualità di ancoraggio accademico locale di una rete di competenze nazionale e internazionale.

Lugano potrebbe così diventare una vetrina tecnologica per la Svizzera e posizionarsi come piattaforma nazionale per la promozione di progetti di ricerca e sviluppo nel settore della mobilità elettrica e sostenibile. "Questo è il valore aggiunto della partecipazione della Città al Gran Premio di Formula E" si legge nel comunicato diramato dalla città, "con obiettivi e visioni che travalicano il semplice evento sportivo. Infatti, il ruolo della SUPSI, che ha già siglato un accordo di collaborazione con il Team Trulli, è di investire le sue competenze con l'obiettivo a lungo termine - condiviso con la Città - di favorire la localizzazione di aziende nel settore dell’innovazione in Ticino".

"Poiché la Formula E non ha ancora partner scientifici", si continua a leggere, "la Svizzera ha lo spazio per affermarsi come una tappa del Gran Premio a forte connotazione scientifica e tecnologica".

Michaël Thémans, vice presidente delegato per l'Innovazione e la Tecnologia dell’EPFL, ha sottolineato che l'aspetto della sostenibilità globale è l'elemento di interesse che accomuna Città, SUPSI e EPFL. I due istituti accademici hanno già avviato diverse attività di ricerca e sviluppo nel settore, in una prospettiva che va dalla ricerca sugli aspetti tecnici dei veicoli fino a una visione a 360°, volta a ottimizzare durevolmente e in diversi settori lo Swiss ePrix Lugano.

Procede il processo di omologazione del circuito di Lugano

Dopo la decisione del Municipio di avviare le procedure per i lavori pubblici necessari alla realizzazione del circuito dello Swiss ePrix, settimana scorsa l'associazione Auto Sport Schweiz (ASS), membro della Federazione Internazionale dell' Automobile (FIA) ha trasmesso il dossier alla commissione circuiti della stessa FIA. La commissione ha dato il nullaosta per continuare il processo di omologazione del circuito e, come prassi vuole, la FIA certificherà l’omologazione e darà il nullaosta definitivo solo pochi giorni prima della gara, quando tutte le misure previste saranno realizzate e testate.

La decisione definitiva sull'organizzazione dello Swiss ePrix si avrà quindi quando la Formula E comunicherà ufficialmente la chiusura dell'accordo finale con il promotore locale che garantirà la copertura di tutti i costi dell'operazione. Il promotore locale sarà presentato a breve al Municipio dall'associazione Swiss ePrix.

 

Redazione | 4 nov 2015 15:07

Articoli suggeriti
Sette consiglieri comunali, preoccupati, interrogano il Municipio di Lugano sull'impatto della gara automobilistica
Il Comitato promotore della petizione contro la gara in città non si dà per vinto nonostante le rassicurazioni municipali
Il Municipio ha deciso di spostare la partenza per evitare che gli alberi in viale Cattaneo vengano abbattuti
Nasce un comitato contro lo svolgimento della gara in centro città: "Non ci opponiamo tout court"
Un gruppo di cittadini ha inviato una lettera al Municipio di Lugano in seguito alla richiesta della Formula E di allargare viale Cattaneo
A Lugano in viale Cattaneo la FIA chiede di allargare la carreggiata di un metro e mezzo. Martedì il Municipio dovrà decidere
Sul tracciato ci sono ostacoli che andranno rimossi. La risposta definitiva è attesa per le prossime settimane
Previsto per domani l’incontro decisivo con la Federazione internazionale che testerà il circuito
Presentato il percorso nella città sulla Limmat. Intanto la RAI acquista i diritti, mentre la SSR ci sta pensando
Leuthard: "Se non ci saranno intoppi legislativi, a maggio la città potrebbe ospitare una gara". Mentre Borradori vola a Londra: prolungata l'esclusiva
La ministra ha confermato la volontà di fare un'eccezione per Lugano. Nel frattempo si è costituita l'Associazione Swiss ePrix Lugano
Ieri diversi ingegneri hanno attentamente controllato il tracciato che potrebbe diventare il circuito di Formula E
La Città di Lugano sta valutando la domanda depositata da Trulli, che vorrebbe iniziare i lavori in settembre
Si è tenuta una cena molto affollata tra la Città di Lugano e gli sponsor interessati - Bertini: "Serata riuscita, ma è presto per altri tipi di discorsi"
Il Cantone supporta Lugano: insieme hanno chiesto a Berna una rapida modifica della legge che vieta le gare automobilistiche
La città di Lugano domani sarà a Palazzo per chiedere un appoggio istituzionale per la realizzazione del Gran Premio in riva al Ceresio
Dopo l'accordo di Londra, in città si sta lavorando per aggiudicarsi il Gran Premio dei bolidi elettrici
Il sindaco di Lugano tratta l'organizzazione del Gran Premio della Svizzera di Formula E. "Siamo in pole position"
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'