Accedi
Commenti 50

"Spostare gli alberi? Significa abbatterli"

Un gruppo di cittadini ha inviato una lettera al Municipio di Lugano in seguito alla richiesta della Formula E di allargare viale Cattaneo

"Diciamo 'Sì' alla gara di Formula E, a patto che non lasci alcuna traccia negativa e permanente in città": un gruppo di cittadini e cittadine attivi o meno in politica ha inviato oggi al Municipio di Lugano una lettera in cui si chiede di non rimuovere gli alberi in prospettiva della gara automobilistica, e anzi di impegnarsi nella promessa sostituzione degli alberi precedentemente tagliati.

La lettera (firmata da Ingrid Eismann, Dorota Lachiusa, Zita Heitmann, Andrea Imperatori, Sara Beretta Piccoli, Melitta Jalkanen, Ana Picchetti, Tamara Merlo, Carmen David) è stata inviata in seguito alle preoccupazioni suscitate - si legge nel comunicato - "dalle affermazioni da parte di chi governa la Città (pensiamo al municipale Foletti), secondo cui per far spazio alla Formula E bisognerebbe - tra l'altro - spostare di un metro degli alberi sul viale Cattaneo. Oggi abbiamo proceduto all'esercizio e possiamo assicurarvi che... non siamo riusciti a spostare nessun albero!"

Il gruppo precisa inoltre che "Spostare alberi maturi, mantenendoli in vita, è estremamente difficile e costoso. Quindi parlare di spostamento è un modo diplomatico per dire abbattimento. Facciamo notare anche che i marciapiedi di Viale Cattaneo vengono regolarmente utilizzati nella loro intera larghezza attuale da centinaia di scolari e studenti, oltre gli utenti di biblioteca, parco, teatro, scuola di musica e altri grandi attrattori di traffico pedestre. Restringere il marciapiede - come annunciato - comporterebbe inevitabilmente minore sicurezza per i pedoni di ogni età".

Di seguito il testo della lettera:

«Al Municipio di Lugano,

Noi cittadine e cittadini ci siamo di nuovo trovati per il tradizionale appuntamento di Veglia per gli alberi, a nome degli oltre duemilacinquecento che hanno firmato la petizione « Salviamo gli alberi di Lugano », e ripetiamo l’invito a onorare il vostro impegno di sostituire gli ippocastani tagliati, parte integrante del viale protetto.
Nel contempo diciamo un interessato e speranzoso « Sì » al progetto delle auto elettriche (Formula E) a patto che non lasci alcuna traccia negativa e permanente in città (leggi : taglio alberi, meno sicurezza per le persone che si muovono nella strada...)

Non è accettabile sacrificare ulteriori alberi sani e maturi, togliendoci altro ossigeno, per un’unica manifestazione.

Viale Castagnola e Viale Cattaneo, Lugano, 25 ottobre 2015.
Firmato : Ingrid Eismann, Dorota Lachiusa, Zita Heitmann, Andrea Imperatori, Sara Beretta Piccoli, Melitta Jalkanen, Ana Picchetti, Tamara Merlo, Carmen David»

Redazione | 25 ott 2015 17:12

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'