Accedi
Commenti 8

"Proto Enterprise? Mai sentita"

Arnoldo Coduri, presidente del CdA del Centro Ovale, dice di non aver ricevuto nuove offerte. "Finanza? Idea singolare"

"Proto Enterprise? Mai sentita". Risponde così il presidente del Consiglio di amministrazione della Centro Ovale 1 SA Arnoldo Coduri ai microfoni de La Regione, alla domanda se sia stato contattato dalla società, che faceva capo al finanziare italiano Alessandro Proto. Proprio ieri infatti la Proto Enterprises Ltd di Londra ha annunciato l'intenzione di rilevare il centro commerciale di Chiasso per trasformarlo in un polo finanziario. Ma i promotori del progetto hanno avuto finora qualche difficoltà nel trovare gli interlocutori adeguati con cui intavolare le trattative, scrivevano.

"Ho ricevuto un paio di telefonate da numeri strani, alle quali non ho potuto rispondere perché ero in riunione" precisa Coduri al giornale. "Ma sinora non sono stato contattato nessuno da quella società. Eppure non è difficile raggiungermi". 

Sulla proposta di trasformare il centro commerciale in un centro finanziario dove racchiudere tutte le banche e le fiduciarie del Mendrisiotto, Coduri dice di non averla mai sentita. "Tra tutte le idee che abbiamo valutato in questi anni, questa mi sembra la più originale e singolare" ammette. "Ma mai dire mai" aggiunge.

Per ora l'alternativa più gettonata per l'Ovale resta quella del progetto Aaurum Gate, ossia un shopping center del lusso con l'obiettivo di esaltare il meglio dell’artigianalità. Ancora ci sono degli elementi da soddisfare, ha spiegato Coduri. Per ora ci sono le autorizzazioni per i lavori di ristrutturazione, ma si partirà quando ci saranno i contratti firmati da parte degli affituari. Al momento la proprietà si sta concentrando sulla fase commerciale, quella più difficile. 

 

 

 

 

Redazione | 16 ott 2015 07:09

Articoli suggeriti
Il finanziere italiano sarebbe intenzionato a trasformare il centro commerciale in un polo finanziario
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'