Accedi
Commenti 27

Via Odescalchi: "quartiere da sempre sotto osservazione"

Quindici interventi per lite e zuffe, tra l'anno scorso e giovedì. Ma la Polizia di Chiasso rassicura

Dall'inizio dell'anno, e fino all'omicidio di giovedì scorso, la Polizia comunale di Chiasso era già intervenuta cinque di volte in via Odescalchi per sedare liti e zuffe, seppur di lieve entità. L’anno scorso, invece, gli interventi di questo tipo erano stati una decina.

Lo dichiara sul Giornale del Popolo di oggi il comandante Nicolas Poncini.

Ma secondo il comandante della Polizia di Chiasso "non possiamo certo dire, per giovedì scorso, che si tratta di un fatto annunciato. Gli episodi di violenza erano finora molto rari e non particolarmente gravi.

Poncini spiega infatti che la situazione sociale in quel quartiere non è delle migliori, ma non è neanche fuori controllo. "Disagio e degrado in via Odescalchi sono palpabili all’interno di certi palazzi, ma non siamo nemmeno in una favela sudamericana o in una banlieue parigina dove gli agenti vengono tenuti alla larga. Dobbiamo renderci conto che siamo sempre in Svizzera e la media di delinquenza è comunque sempre bassa rispetto agli esempi vociferati sull’onda dell’emozione. La Polizia dovrà sicuramente aumentare l’attività di controllo dei movimenti di persone, ma i proprietari degli stabili devono imperativamente fare la loro parte.”

La Polizia continuerà quindi a monitorare la zona ma invita a non cedere a allarmismi esasperati. Se il delitto è successo in via Odescalchi è perché la vittima abitava lì, non perché il quartiere in sé è più pericoloso di altre zone della Città. "La presenza in via Odescalchi è regolare, non è mai stato un quartiere dimenticato ma non è mai nemmeno stato un sorvegliato speciale" afferma Poncini. "Dati alla mano, non si impone una presenza maggiore più che in altre parti di Chiasso. Ripeto che si tratta di un quartiere con maggiori presenza di abitanti di tipologie diverse che ne fanno un'area potenzialmente a rischio, ma si tratta di una serie di problemi non solo legati alla sicurezza e che si possono affrontare su piani diversi e congiuntamente."

Redazione | 13 ott 2015 05:39

Articoli suggeriti
Uno aveva picchiato un cliente del Fox Town, un altro un bagnino di Lugano... Fedina sporca per tutti
Quattro consiglieri comunali PLR interrogano il Municipio sul tema della sicurezza dopo l'omicidio in via Odescalchi
Un'altra persona è finita in manette per l'omicidio di un 35enne portoghese. Si cercano ora altri complici
Il movente non sarebbe legato al mondo della prostituzione, bensì a quello della droga
La capodicastero sicurezza di Chiasso sull'omicidio di ieri. "È inutile fare dietrologia, lasciamo lavorare gli inquirenti"
Chiasso: l'autopsia ha contribuito a far luce sulla dinamica dell'omicidio di via Odescalchi, ma chi ha esploso gli ultimi colpi?
Dopo il grave fatto di sangue di Chiasso, i deputati interrogano il Governo
Si tratta di un 26enne cittadino svizzero residente nel Luganese
Si tratta di un 29enne cittadino kosovaro domiciliato nel Bellinzonese, che si è costituito
Le forze dell'ordine sarebbero sulle tracce di due individui provenienti dall'Est Europa
Il sindaco Moreno Colombo ribatte alle critiche di alcuni abitanti dopo l'omicidio a Chiasso
Il 26enne italo-brasiliano è stato fermato ieri, mentre gli altri due si sono costituiti in mattinata: un 26enne svizzero e un 36enne romeno
A sparare al 35enne portoghese, ieri sera a Chiasso, sarebbe stato il 26enne italo-brasiliano che investì un poliziotto
È stato identificato il cadavere rinvenuto ieri in via Odescalchi. L'uomo era domiciliato a Chiasso
Un cadavere con ferite d'arma da fuoco è stato rinvenuto in via Odescalchi, a pochi metri dal locale a luci rosse Maxim
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'