Accedi
Sfoglia la galleryCommenti 19

Due fermi per l'omicidio di Chiasso

Il movente non sarebbe legato al mondo della prostituzione, bensì a quello della droga

Sta proseguendo rapidamente l'inchiesta, coordinata dalla procuratrice pubblica Pamela Pedretti, sull'omicidio avvenuto ieri sera in via Odescalchi a Chiasso (vedi articoli correlati).

Stando a nostre informazioni, due persone sarebbero già state fermate stamattina nella cittadina di confine.

Sempre secondo le prime indiscrezioni, sembra che il movente dell'omicidio non sia legato al mondo della prostituzione, come si è ipotizzato in un primo momento data la vicinanza del luogo del delitto al locale erotico Maxim, bensì a quello della droga.

Si tratta di informazioni che devono ancora essere confermate dal Ministero pubblico, che per il momento mantiene il massimo riserbo sull'inchiesta.

Vi terremo aggiornati.

 

Redazione | 9 ott 2015 08:54

Articoli suggeriti
Dopo aver freddato il 35enne portoghese, i due killer sarebbero andati a bere qualcosa al bar
È stato identificato il cadavere rinvenuto ieri in via Odescalchi. L'uomo era domiciliato a Chiasso
La capodicastero sicurezza di Chiasso sull'omicidio di ieri. "È inutile fare dietrologia, lasciamo lavorare gli inquirenti"
Chiasso è sotto shock per l'omicidio di ieri sera, molto probabilmente legato al mondo della prostituzione.
Un cadavere con ferite d'arma da fuoco è stato rinvenuto in via Odescalchi, a pochi metri dal locale a luci rosse Maxim
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'