Accedi
Commenti 3

Darwin volerà per Alitalia

Dal primo ottobre 66 dipendenti della compagnia ticinese verranno trasferiti a Fiumicino. L'OCST: “Garantito il contratto svizzero”

Sull’accordo manca solo l’ufficialità della firma che dovrebbe giungere nel giro di poche ore. Dal prossimo primo ottobre Alitalia cederà a Darwin Airlines alcune tratte regionali. Voli interni che sulla carta continueranno ad indicare bandiera italiana, ma che di fatto saranno operati con aerei, piloti e assistenti di volo della compagnia luganese.

In tutto 4 aerei e 66 dipendenti verranno trasferiti a Fiumicino. Da Roma voleranno per la compagnia italiana. Un trasferimento di personale e di mezzi che a 5 mesi dal piano di ristrutturazione mette nuovo e indispensabile carburante nella compagnia arabo ticinese.

Il trasferimento stando al sindacato OCST è stato accolto positivamente da quasi tutto il personale, al quale è stato garantito il contratto svizzero.

La notizia, dicevamo, è di quelle positive, almeno se letta da parte ticinese. Non è il caso a Roma, dove il sindacato di riferimento del settore non ha mancato di criticare l’operazione, denunciando Alitalia di cedere tratte che potrebbero benissimo essere coperte dal personale della compagnia di Stato. E questo mentre Alitalia ha centinaia di piloti a stipendio decurtato e altri in cassa integrazione.
Una manovra, ha spiegato il vicepresidente del CdA di Darwin Fabio Parini ai microfoni di TeleTicino, che risponde alla strategia di rilancio della compagnia sottoscritta a febbraio con Ethiad: strategia che prevede la riduzione dei rischi aziendali e l’aumento dei voli per conto di compagnie terze.

In allegato il servizio di TeleTicino. 

Redazione | 29 lug 2015 18:57

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'