Accedi

C'è sciopero, slitta il processo Proto

Rinviato il processo a carico del 38enne uomo d'affari residente a Lugano: gli avvocati sono in sciopero

Avrebbe dovuto iniziare giovedì scorso, 19 settembre, il procedimento a carico di Alessandro Proto, il 38enne uomo d'affari milanese residente a Lugano, finito nei guai lo scorso febbraio in quanto accusato di manipolazione del mercato, ostacolo alla attività degli organi di vigilanza e truffa.

Ma, a causa dell'adesione degli avvocati allo sciopero di categoria, il processo, che si terrà a Milano, è stato rinviato al prossimo 10 ottobre. Lo riferisce il Corriere del Ticino di oggi.

Proto, titolare di una società a Chiasso, è già stato condannato in Ticino, nel 2010, per truffa ai danni dell'assicurazione per la quale lavorava. Sempre in Ticino, era stato sentito lo scorso gennaio dalla procuratrice pubblica Raffaella Rigamonti nell'ambito di un'ulteriore inchiesta aperta a suo carico per riciclaggio.

Per quanto riguarda il processo italiano, invece, nel giugno scorso il gip di Milano Stefania Pepe aveva respinto la richiesta di patteggiamento a 3 anni e 8 mesi presentata dai legali di Proto. All'udienza erano presenti anche quattro parti civili che avevano avanzato richieste di risarcimento per complessivi 600mila euro. Proto, ricordiamo, dopo un periodo passato in carcere in seguito all'arresto, si trova ora ai domiciliari a Milano e non può fare ritorno in Ticino.
andreast | 24 set 2013 07:19