Accedi16/26°

Lugano: arresti per estorsione a luci rosse

Avevano filmato in un bordello del Luganese l'incontro di un uomo con una prostituta, per poi ricattarlo. Ieri sono finiti in manette

Tentata estorsione. È questo il motivo che ha portato in carcere, ieri pomeriggio, quattro cittadini albanesi e una prostituta rumena. Secondo quanto riferisce la RSI, essi avrebbero ricattato un uomo, chiedendogli alcune decine di migliaia di franchi per non raccontare a sua moglie la sua avventura con una lucciola. Per rendere più efficace il ricatto, l'avrebbero anche filmato durante il suo incontro con la prostituta in un bordello del Luganese.

Lui però non ha accettato di pagare per il silenzio. È andato in Polizia ed ha parlato, ha spiegato tutto. Sono quindi partiti gli accertamenti delle forze dell'ordine che, come detto, ieri hanno provveduto ad arrestare gli autori della tentata estorsione. Tre dei quattro uomini si trovavano a Lugano, il quarto a Biasca. Per loro il procuratore pubblico Paolo Bordoli ha chiesto l'arresto, che dovrà essere confermato dal giudice per i provvedimenti coercitivi Claudia Solcà. Altre due donne inizialmente coinvolte negli accertamenti - altre due lucciole - sono invece state rilasciate.

Le persone arrestate avrebbero già in parte ammesso le proprie responsabilità.
andreast | 20 lug 2013 08:47