Accedi1/2°

Il capo dell'antimafia a Lugano

Il procuratore generale Michael Lauber ha accolto il capo della Direzione Nazionale Antimafia italiana Pietro Grasso

Ieri il procuratore generale della Confederazione Michael Lauber ha accolto a Berna il capo della Direzione Nazionale Antimafia italiana (DNA) Pietro Grasso. I due hanno discusso delle prospettive a lungo termine e della cooperazione transfrontaliera nella lotta contro il crimine. Un incontro sul tema si è tenuto oggi anche a Lugano.

La visita di lavoro, si legge in un comunicato odierno del Ministero pubblico della Confederazione (MPC), è servita soprattutto per rinfrescare gli stretti contatti esistenti e per ribadire la volontà di cooperare nello spirito del "memorandum of understanding" vigente dal 2001.

Secondo la nota, la cura dei contatti personali tra i rappresentanti delle autorità riveste vitale importanza per il perfezionamento della collaborazione tra gli organi inquirenti di Svizzera e Italia. Per questo motivo, Grasso ha proseguito oggi la propria visita con destinazione Lugano, dove ha incontrato il capo della sede distaccata dell'MPC Pierluigi Pasi, con cui ha discusso di possibilità, modalità e rischi della lotta al crimine organizzato transfrontaliero.
joe | 24 ott 2012 16:50