Accedi17/25°
Sfoglia la gallery

Chiasso: "Pina" Campa in manette

La proprietaria del take away Aquolina in corso San Gottardo è stata arrestata per reati di natura finanziaria

Un altro arresto. E ancora una volta - come negli ultimi casi balzati agli onori della cronaca: Ludwig Grosa a Bissone, GiuseppeFrancetti a Bellinzona e "Tito" Bravo e Paolo Guarnieri a Lugano - si tratta di un personaggio conosciuto nella sua regione.

Stavolta, anticipa il CdT, a finire dietro le sbarre è stata Giuseppa "Pina" Campa, la 55enne di origine italiana residente nel Mendrisiotto discussa titolare del take away Aquolina in corso San Gottardo a Chiasso.

"Pina", confermano il ministero pubblico e la polizia cantonale, "è stata arrestata a Vacallo giovedì 18 ottobre". Nei suoi confronti si ipotizzano i reati di appropriazione indebita, conseguimento fraudolento di una falsa attestazione, amministrazione infedele, appropriazione indebita di trattenute salariali, cattiva gestione e omissione della contabilità.

L'inchiesta è svolta dagli inquirenti della sezione reati economico finaziari (REF) della polizia giudiziaria e coordinata dalla procuratrice pubblica Natalia Ferrara Micocci. Il giudice per i provvedimenti coercitivi ha già confermato la sua carcerazione.
joe | 22 ott 2012 18:36

Articoli suggeriti
È terminata ieri la detenzione preventiva per l'ex titolare del take away Aquolina di Chiasso. L'inchiesta prosegue