Accedi13/24°

'Non metteranno più piede al NYX'

Erasmo Pelli a Radio3i: "È chiaro che nella discoteca, questo nostro inquilino, non ci entrerà più"

Erasmo Pelli intervistato da Alessandro Cocca

A due giorni dall'arresto dei titolari del NYX, la discoteca del Casinò di Lugano, parla il vicesindaco, nonchè capo dicastero responsabile, Erasmo Pelli. E sono parole che lasciano trasparire una certa esasperazione per i continui grattacapi legati al Casinò.

"È chiaro che nella discoteca, questo nostro inquilino, non ci entrerà più", ha affermato senza troppi giri di parole Pelli ai microfoni di Radio 3i. "Il locale suscita comunque un grande interesse, non faticheremo a trovare un nuovo titolare: già oggi al Casinò sono giunte diverse telefonate di persone interessate".

Per quanto riguarda le 60 persone impiegate dalla discoteca, il futuro è di difficile previsione. "Quando verranno tolti i sigilli non dipende da noi, bensì dalla procura", spiega ancora Pelli. "È chiaro che più tarda a riapire la discoteca, più questi lavoratori si ritroveranno in difficoltà".

Il Municipio di Lugano, però, non ha nulla da rimproverarsi in questa vicenda. Secondo Pelli, l'incarico a Bravo è stato dato solo dopo una serie di verifiche sul suo conto. "Abbiamo chiesto informazioni su Tito Bravo e ci erano stati esclusi precedenti o macchie sulla fedina penale".

Lo stesso dicasi per Guarnieri. "Gli avevamo chiesto tutta la documentazione per chiarire la sua posizione e l'avevamo spedita alla Commissione federale, la quale ci ha dato il nulla osta al suo impiego" precisa Pelli.

E per concludere, la sassata: il Comune ha già incassato abbastanza colpi, sarebbe ora di cedere la maggioranza ad altri? "Il fatto che la maggioranza azionaria sia pubblica significa essere in vetrina", termina Pelli. "Il mio consiglio è che la maggioranza non sia più pubblica. Potremmo mantenere una partecipazione, ma minoritaria". Ma non è comunque il momento di vendere, visto che il valore attuale della casa da gioco - a causa delle minori entrate dovute alla crisi, al cambio dell'euro e al divieto di fumare - è molto basso.

red
joe | 24 ott 2012 17:18

Articoli suggeriti
Arrestati i gerenti del NYX "Tito" Bravo e Paolo Guarnieri. 17 reati contestati: dalla truffa al sequestro di persona. CdA di crisi al Casinò
Confermato l'arresto di "Tito" Bravo e Paolo Guarnieri. John Noseda: "Irregolarità estremamente gravi"
Caso NYX: Simonetta Perucchi Borsa e Laura Tarchini del PPD si scagliano contro il CdA del Casinò