Accedi13/24°

Daniela Marazzi indagata

La vicesindaco di Bissone è stata interrogata per quattro ore. Ed ora è indagata per infedeltà nella gestione pubblica e abuso di autorità

È durato quattro ore l'interrogatorio della vicesindaco di Bissone, Daniela Marazzi-Fontana, che ora è indagata per infedeltà nella gestione pubblica e abuso di autorità.

Dopo l'arresto dell'ex sindaco Ludwig Grosa per presunte irregolarità nella compravendita di un terreno, anche Marazzi-Fontana è dunque finita nel mirino del Ministero Pubblico. 

Durante l'interrogatorio odierno la vicesindaco, accompagnata dal suo legale Andrea Marazzi, ha cercato di chiarire le presunte irregolarità relative ai lavori di ristruttrazione del lido comunale, nello specifico sulla questione che ruota attorno ad alcuni pagamenti poco chiari.

Clicca qui per seguire il servizio del TG di Ticinonews


christian.fini@teleticino.ch
christian.fini | 18 ott 2012 21:28

Articoli suggeriti
Da questa mattina il sito internet risulta oscurato da un gruppo di hackers
Il movimento di Nuova Bissone non ha più la maggioranza: il consiglio comunale è bloccato
Il Municipio ha incontrato la sezione degli Enti locali per fare il punto della situazione del comune
Questa mattina Daniela Marazzi Fontana è stata sentita dalla Procuratrice Fiorenza Bergomi. Salgono a tre i reati ipotizzati
L'ex-sindaco di Bissone, appena scarcerato, non esclude di rientrare in politica, nel Consiglio comunale.
Il Consiglio di Stato ha deciso di rendere immediatamente esecutiva la decisione. No al ricorso