Accedi13/22°
Sfoglia la gallery

Paradiso: fermato per il rogo, aveva il 2.8 per mille

Fermato e interrogato l'inquilino dell'appartamento di Paradiso dove è scoppiato l'incendio. Rogo colposo o intenzionale?

Potrebbe essere doloso l'incendio divampato domenica sera in un appartamento al terzo piano di un palazzo di via alle Scuole a Paradiso. Per l'incendio è stata fermata, già ieri sera, una persona. La conferma ci arriva dal Ministero Pubblico. Si tratta dell'inquilino dell'appartamento nel quale è scoppiato l'incendio. Gli inquirenti devono però ancora stabilire se si tratti di incendio colposo o intenzionale. Quello che è certo, per ora, è che la persona fermata era completamente sbronza. Aveva il 2.8 per mille di alcool nel sangue. E avrebbe anche dei problemi psichici. L'uomo oggi è stato interrogato.

Il fuoco sarebbe divampato nel soggiorno della persona fermata per poi propagarsi al resto dell’appartamento e sprigionare un denso fumo che in breve tempo ha invaso i piani superiori, rendendo difficile la fuga degli inquilini. Alcuni di questi sono rimasti intrappolati e sono stati tratti in salvo dagli agenti della polizia e dai pompieri di Lugano, intervenuti in forze sul posto. In tutto sono state evacuate una 40ina di persone.

Tutti gli inquilini sono stati visitati dal personale medico e per diversi di loro, una decina, si è reso necessario il trasporto in ospedale per ulteriori accertamenti. In particolare per le persone che sono rimaste bloccate ai piani superiori e che hanno inalato del fumo.

I pompieri hanno anche tratto in salvo anche alcuni animali che si trovavano all’interno degli appartamenti.
joe | 10 ott 2012 18:36

Articoli suggeriti
Il 55enne accusato di aver appiccato l'incendio era sbronzo (2.8 per mille), ma il rogo non è colpa sua