Accedi13/24°

Semisvincolo: voto da annullare?

Secondo Matteo Cheda, del comitato per il NO, il Municipio di Giubiasco avrebbe finanziato illegalmente la campagna del SÌ

Si dovrà tornare a votare sul semisvincolo di Bellinzona? Questa ipotesi è stata sollevata da Matteo Cheda, co-referendista, il quale, con un comunicato dice che “Il fallo annulla il gol”. Ma quale sarebbe questo fallo che potrebbe invalidare la rete messa a segno dai favorevoli al semisvincolo?

Secondo Cheda, da noi contattato, il Muncipio di Giubiasco avrebbe usato dei soldi pubblici per fare della pubblicità a favore del semisvincolo. In questo caso, sempre secondo Cheda, non ci si sarebbe limitati ad un’informazione oggettiva, come spesso accade in occasione di votazioni, ma si sarebbe usato un linguaggio pubblicitario che avrebbe toccato anche aspetti emozionali, cosa che, non sarebbe permessa.

Il problema risiede nel fatto che lo scarto di voti, circa 1300 schede, è minimo e quindi quanto fatto da Giubiasco, finanziando la pubblicità “esula dai suoi compiti, questo secondo il Tribunale federale che ha già sentenziato in casi analoghi, annullando la votazione”. Nei prossimi giorni verranno pubblicati i dati ufficiali della votazione con l’esatto scarto tra SÌ e NO. Dopo la pubblicazione dei dati si avranno quindici giorni per fare ricorso al Gran Consiglio. In seguito si potrà andare fino al Tribunale federale.

Matteo Cheda ci tiene a sottolineare che “si tratta di una mia iniziativa personale e vediamo se qualcuno condividerà questa mia visione”.

Andrea Bersani, sindaco di Giubiasco, risponde così a Matteo Cheda: "Non ho commenti da fare. Noi abbiamo sempre agito nella trasparenza. Abbiamo sempre detto di aver versato una somma a favore del SÌ".

"Lo abbiamo fatto per promuovere una votazione che andava nell'interesse della cittadinanza di Giubiasco. Tra l'altro non siamo stati gli unici. Anche dei privati hanno partecipato - continua il sindaco di Giubiasco - se il Signor Cheda non sa prendere atto di un risultato popolare che nel Sopraceneri è stato netto con una proporzione di 40-60, allora è un problema suo".

marzio.minoli@teleticino.ch
joe | 4 ott 2012 12:18

Articoli suggeriti
Il Municipio risponde a Sergio Savoia, secondo il quale un semaforo sarebbe stato manipolato per favorire il SI al semisvincolo
Il semisvincolo di Bellinzona si farà. Affossata invece l'iniziativa della Lega dei Ticinesi. La partecipazione al voto è stata del 41%
C'era curiosità per sapere come i cittadini di tutto il cantone avrebbero votato su questo tema
Dopo Giubiasco, anche Sementina, Camorino, Sant'Antonio, Cadenazzo, Gorduno e Pianezzo hanno contribuito
In anteprima ai microfoni di Radio3i i dettagli del nuovo ricorso del coreferendista per il NO, che chiede l'annullamento del voto
Il Tribunale federale ha accolto il ricorso di Matteo Cheda ed ha concesso l'effetto sospensivo