Accedi13/24°

Semisvincolo: ma come ha votato il Ticino?

C'era curiosità per sapere come i cittadini di tutto il cantone avrebbero votato su questo tema

"Chissà come voteranno a Lugano o a Mendrisio e Airolo" questa era la domanda che molti, soprattutto nel Bellinzonese, si ponevano negli scorsi giorni. Il tema del semisvincolo autostradale infatti era uno di quelli che "scaldavano" gli animi, ma limitato ad una realtà che forse a parecchi ticinesi interessava poco.

Ecco quindi i risultati dei maggiori centri cantonali su questo tema. A Lugano i cittadini hanno bocciato l'opera con il 53% di NO. Rimaniamo nella cintura luganese con Massagno. Anche qui il 51,42% dei votanti ha detto NO. A Paradiso, altro comune importante del Luganese, i votanti hanno rigettato il progetto con il 53,55%.

Spostiamoci nel Mendrisiotto. A Chiasso i cittadini hanno detto un secco NO, con il 60%. Un po' più a nord, a Mendrisio, i cittadini hanno rifiutato il semisvincolo con il 56%. Anche Coldrerio ha messo nelle urne un secco NO: 62% la percentuale. A Morbio Inferiore i NO hanno vinto con il 57%.

Andiamo nel Locarnese, forse una zona più interessata alla votazione: i locarnesi hanno bocciato il progetto con il 54%, Ascona dal canto suo ha detto NO con il 50,87%. Vediamo cosa è successo a Muralto. Qui i cittadini si sono detti contrari con il 55%. A Minusio invece il 54% dei votanti ha detto NO.

E nelle valli? In Leventina, ad Airolo,  i cittadini hanno invece accettato a larga maggioranza il progetto: 61% i SI. Stessa sorte a Faido. In questo caso i SI sono stati quasi del 60%. Passiamo alla Val di Blenio. Acquarossa ha detto SI con il 67%, mentre a Blenio i favorevoli sono stati il 61%. In mezzo c'è Biasca. In questo caso i SI sono stati del 53%.

Andiamo ora a vedere come hanno votato i comuni più interessati, ossia quelli della cintura bellinzonese. Nella Capitale i SI sono stati il 52%. A Giubiasco, come prevedibile, il semisvincolo ha ottenuto l'81% dei favori. Arbedo-Castione ha detto SI con il 57%. A Sementina il 63% dei cittadini ha detto SI, mentre Monte Carasso ha bocciato il progetto con il 58%. A Camorino hanno vinto i SI con quasi l'80% (anche in questo caso ampiamente prevedibile), mentre per Gorduno i SI sono stati il 58%.

Clicca qui per avere il dettaglio completo dei comuni ticinesi.
maxt | 24 set 2012 13:55

Articoli suggeriti
Secondo Matteo Cheda, del comitato per il NO, il Municipio di Giubiasco avrebbe finanziato illegalmente la campagna del SÌ
Dopo Giubiasco, anche Sementina, Camorino, Sant'Antonio, Cadenazzo, Gorduno e Pianezzo hanno contribuito
Il Tribunale federale ha accolto il ricorso di Matteo Cheda ed ha concesso l'effetto sospensivo