Accedi

Primi correttivi al PVP

Il Municipio di Lugano ha deciso a maggioranza di apportare delle correzioni alla nuova viabilità cittadina

Dopo tante reclamazioni si cambia. Poco. Ma si cambia. Il Municipio di Lugano - come anticipato ieri dal municipale leghista Giuliano Bignasca su Twitter e riportato da Ticinonews - ha discusso oggi della situazione viaria. Una discussione portata avanti nella consapevolezza - si legge nella nota stampa diramata nel pomeriggio - "delle problematiche generate dall'entrata in funzione del nuovo sistema viario cittadino".

Il Municipio inizia mettendo le mani avanti. "Si rammenta, anzitutto, che in uno scritto 18 aprile 2012 indirizzato al Consiglio di Stato e alla Delegazione delle autorità PVP, l'Esecutivo cittadino aveva espressamente richiesto un attento monitoraggio, nei primi 100 giorni successivi all'apertura della galleria Vedeggio-Cassarate, di ogni elemento di funzionalità della nuova viabilità. Pure entro un lasso di tempo di ulteriori 100 giorni, dunque entro l'inizio di febbraio 2013, dovrà essere rassegnato da parte degli addetti ai lavori un resoconto dettagliato e documentato di tutti gli elementi critici e/o irrisolti emersi durante la fase di implementazione degli interventi di priorità A del PVP, con l'indicazione di tutte le proposte di intervento in grado di risolvere le criticità individuate".

Ebbene, dopo "ampio e costruttivo dibattito il Municipio, a maggioranza, ha ritenuto di avere sufficienti elementi a disposizione per una prima decisione di merito".

Ecco i primi cinque correttivi
 
Punto uno. La "formazione di una corsia separata su Via Cantonale per i BUS fino all'intersezione con Via Zurigo".

Punto due. "L'eliminazione in Via Pretorio del congiungimento finale della corsia preferenziale del BUS con quella riservata al traffico privato, mediante formazione di due corsie separate".
 
Punto tre. "Il controllo sistematico di tutta la segnaletica di prescrizione e della segnaletica di indicazione".
 
Punto quattro. "Una lettera alla ditta responsabile dell'installazione del sistema semaforico per richiedere una loro maggiore presenza sul territorio per ovviare ai malfunzionamenti accertati nella rete, in particolare nei prossimi mesi di settembre ed ottobre".
 
Punto cinque. "Il rafforzamento dell'informazione all'utenza sui percorsi alternativi disponibili a seconda delle destinazioni, che permettono di evitare i transiti non necessari di traffico privato nella zona della pensilina dei BUS".

Particolare attenzione su Viale Carlo Cattaneo

Il Municipio, si legge infine nella nota stampa, "conferma così la sua volontà di monitorare con attenzione l'evolvere della situazione per essere in grado di adottare tempestivamente ulteriori correttivi che si rendessero necessari, particolare attenzione è focalizzata ad esempio su Viale Carlo Cattaneo".
joe | 22 ago 2012 18:10