Accedi13/24°

È morto Flavio Ambrosetti

Imprenditore e musicista di successo, fu una delle figure di spicco del jazz europeo. Il ricordo di Andreas Wyden e Jacky Marty

Lutto nel mondo della musica ticinese. È morto Flavio Ambrosetti, fondatore delle omonime Officine Ambrosetti, e musicista di spicco della scena bipop e jazz moderno sia svizzero che italiano.

Padre di Franco Ambrosetti, anche lui noto musicista e imprenditore, nonché presidente della Camera di commercio ticinese, era nato nel 1919. Ha iniziato con il pianoforte per poi passare al sax tenore ed in seguito al contralto, dopo aver incontrato un mostro sacro della musica come Charlie Parker, come ricorda il Corriere del Ticino.

La sua importanza è stata fondamentale per lo sviluppo del jazz in Italia, collaborando con personaggi del calibro di Franco Cerri. In Svizzera le sue collaborazione possono annoverare nomi storici, come i batteristi Daniel Humair e Pierre Favre, al trombettista Raymond Court e al bassista Erik Peter senza dimenticare il pianista George Gruntz.

Con Gruntz diede vita a Lugano, agli inizi degli anni '70, a The Band, poi diventata la Concert Jazz Band.

Andreas Wyden "anima"di Estival Jazz con Jacky Marty, ricorda il jazzista: "È stato un grande pioniere. Sicuramente uno dei dieci più importanti musicisti europei della prima epoca. Una persona affabili e diponibile che ci ha aiutato molto ad introdurci nel mondo del jazz".

Jacky Marty, dal canto suo, lo ricorda tramite Facebook: "Flavio ci ha lasciati per sempre ! E' stato un grande pioniere del jazz europeo . Ha suonato piu' volte a Estival e in particolare la prima sera del primo estival ( 1979!) . Il mondo del jazz gli é grato e riconoscente".

MM
joe | 22 ago 2012 12:39