Accedi14/25°

"Solidarietà nei confronti di Boris Bignasca"

Il comitato dei Giovani leghisti stigmatizza l'aggressione subita dal direttore del Mattinonline a Locarno

"Il clima politico che si respira in Ticino è diventato sempre più barbarico e riteniamo davvero inaccettabile che non si possa più nemmeno girare tranquilli per il nostro cantone senza la paura di rischiare di venire aggrediti unicamente per le proprie opinioni politiche o per il proprio partito di appartenenza".

E' con queste parole che il comitato dei Giovani leghisti - formato da Amanda Rueckert, Michele Guerra, Rodolfo Pulino, Gianandrea Mazzoleni, Marco Petrarca e Jonathan Scolari - commenta oggi pomeriggio l'aggressione subita dal direttore del Mattinonline Boris Bignasca nella notte tra giovedì e venerdì in città vecchia a Locarno.
 
"Quanto avvenuto ieri sera - vi si legge ancora - è unicamente la punta dell'Iceberg. In altri episodi spesso in passato c'è stata violenza verbale nei confronti di militanti della Lega dei Ticinesi e ieri sera, si è trasformata in violenza fisica. Il movimento dei Giovani leghisti è quindi solidale nei confronti del loro presidente Boris Bignasca ed esprime la sua più totale condanna nei confronti dell'aggressione subita ieri sera a Locarno".
joe | 10 ago 2012 18:28

Articoli suggeriti
Boris Bignasca racconta su Facebook di essere stato picchiato ieri sera a Locarno da due ragazzi. Presto dovrebbe scattare la denuncia
"Sono molto dispiaciuto dell'accaduto. E sono vicino a Boris". Così Alain Scherrer commenta l'aggressione subita da Boris Bignasca