Accedi

Omicidio Daro: colpo di scena, assolta la madre

La madre del ragazzo che uccise Arno Garatti è stata prosciolta dall'accusa di essere la mandante dell'omicidio

Colpo di scena al processo per l'omicidio di Daro. Mitra Djiordjevic, la madre del ragazzo che il 1. luglio 2011 trucidò Arno Garatti, è stata prosciolta dall'accusa di aver istigato il figlio a compiere l'omicidio. Quindi non è la mandante. La sentenza è giunta poco fa e a pronunciarla è stato il giudice Claudio Zali.

Anche Mario Paiva l'uomo che ha procurato l'ascia servita al ragazzo per uccidere Garatti è stato prosciolto dall'accusa di correità. Non poteva immaginare cosa avrebbe fatto il giovane con l'ascia. Infine Kenny Fila, accusato di favoreggiamento, è stato condannato a 12 mesi.

Ricordiamo che sia per la madre che per Paiva l'accusa aveva chiesto l'ergastolo, mentre per Fila erano stati chiesti 16 mesi.

minols | 3 ago 2012 18:27