Accedi11/23°

Bellinzona: nuova stazione a rischio

Il progettato rifacimento della struttura sarebbe "troppo invasivo" secondo Berna. Cantone, Città e FFS non ci stanno

Il progettato intervento per rivoluzionare la stazione di Bellinzona potrebbe essere messo da parte. Questo perlomeno stando a quanto ritiene la Commissione federale della protezione dei beni culturali e la Commissione federale per la protezione della natura. Infatti i due enti federali ritengono “troppo invasivo” il progetto presentato dallo studio Orsi&Associati.

Il Cantone, la Città e le FFS però non ci stanno. Ieri il CEO delle FFS Andreas Meyer, presente in Ticino per presentare i futuri treni dell’asse del Gottardo, ha infatti detto di essere a fianco del Cantone e della Città nel difendere il progetto.

Una soluzione che prevede la ristrutturazione dell’attuale edificio Ottocentesco ma che propone anche la costruzione di spazi a sud dello stesso che ospiterebbero, nella parte interrata, anche diversi esercizi commerciali. La parte superiore sarebbe invece un “cubo” in vetro e acciaio.

La stazione di Bellinzona sarà la prima nella quale si fermeranno i treni che percorreranno l’Alptransit.
minols | 3 ago 2012 10:20

Articoli suggeriti
Alptransit: i lavori procedono. Presto sarà demolito il ponte ferroviario sull’A2 nei pressi dello svincolo autostradale