Accedi11/23°

Bignasca: "PVP.. pronto il referendum!"

Il leader della lega è pronto a far ricorso se la situazione non si dovesse sbloccare, spingendosi fino al referendum se necessario

“Questo PVP fa schifo” così tuonava due giorni fa Giuliano Bignasca dalla sua pagina ufficiale di Twitter.

Il leader della Lega e municipale di Lugano non le ha mandate di certo a dire. Il suo è un "no" su tutta la linea, un secco "no" al nuovo piano viario del polo di Lugano.

E ieri sera dopo il secondo giorno di PVP Luganese ha rincarato la dose “domani in Municipio faccio un casino”. E proprio oggi durante la seduta del Municipio, Bignasca ha fatto intendere ai suoi colleghi che se la situazione continuerà ad essere la stessa – ovvero con interminabili disagi come colonne kilometriche e ritardi di percorrenza anche dopo l’apertura della Vedeggio-Cassarate – è pronto a dar battaglia, in primis con un ricorso spingendosi fino al referendum contro il piano viario se sarà necessario.

Intanto il capo dicastero dei trasporti smorza i toni. Tutto va secondo i piani dice Angelo Jelmini:  “La gente deve ancora abituarsi” afferma e aggiunge. “Bisogna almeno aspettare l’apertura della galleria Vedeggio-Cassarate, per fare un primo bilancio”. Apertura che ricordiamo si svolgerà domani alla presenza delle autorità.

christian.fini@teleticino.ch
joe | 26 lug 2012 08:22

Articoli suggeriti
Giuliano Bignasca minaccia una raccolta firme: "Questo PVP fa schifo. Cambiare subito, altrimenti facciamo un'iniziativa popolare"
Oggi l'inaugurazione della galleria luganese. Apertura alle 16.30. Il tunnel è atteso dalla metà degli anni '60
La Lega dei Ticinesi presenterà "una domanda di revisione al Muncipio del comune di Lugano"
Il nuovo semaforo tra Via Zurigo e Viale Franscini si è bloccato sul "rosso" per una ventina di minuti
Così Giuliano Bignasca su Twitter. E ancora: "Convocati gli autori del caotico PVP. Si prevede una riunione al calor bianco"