Accedi-1/7°
Sfoglia la galleryGuarda il video

Riva San Vitale: gelosia e coltelli

Un 21enne di colore, sanguinante per una ferita ad una mano, si è presentato in un negozio chiedendo aiuto per essere stato aggredito

Sarà l’inchiesta aperta dalla polizia cantonale a far luce su cosa sia esattamente accaduto nel tardo pomeriggio di ieri in un appartamento di una casa situata in via dell’Indipendenza a Riva San Vitale, la strada principale che da Capolago porta al centro del paese.

Stando alle informazioni raccolte sul posto da Rescue Media un uomo di 21 anni, sanguinante per una ferita ad una mano, si sarebbe presentato in un negozio chiedendo aiuto e dicendo di essere stato aggredito. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari del SAM con un’ambulanza, un’automedica ed il veicolo comando che hanno subito prestato le prime cure al ferito, un uomo di colore. Sul posto anche diverse pattuglie della polizia cantonale e comunale di Mendrisio e la polizia scientifica per i rilievi del caso.

Dopo le prime verifiche è stato appurato che l’aggressione era avvenuta in una casa a poche decine di metri e nel tragitto tra il luogo ed il negozio vi erano evidenti tracce di sangue.

Gli agenti, muniti di giubbotto antiproiettile, sono penetrati nell’appartamento ed avrebbero fermato un uomo di 42 anni ed una donna. 
 
Subito dopo i fatti l'aggressore è stato condotto in polizia per essere interrogato. Intanto, secondo quanto anticipa il Corriere del Ticino, cominciano a delinearsi i retroscena della vicenda. All'origine di tutto vi sarebbe un violento diverbio tra aggressore e vittima per questioni di gelosia.

Adele | 25 lug 2012 11:02

Articoli suggeriti
Deve essere eseguita una perizia psichiatri­ca sul 42.enne che in luglio a Riva San Vitale ferì l'amante della moglie