Accedi13/22°

Casinò di Campione: 200 esuberi

Importanti tagli al personale fra le nuove misure per far fronte alla crisi. Riduzione di oltre un terzo

Con l’entrata in vigore del “Decreto Lavoro” del ministro del Welfare Elsa Fornero, il personale del Casinò di Campione verrà ridotto di oltre un terzo, probabilmente già entro questa settimana. Gli esuberi - scrive laRegione Ticino - saranno circa 200.

Le nuove misure anticrisi sono state discusse ieri pomeriggio dai componenti del Consiglio di amministrazione della “Campione d’Italia Casinò Municipale”. Oltre all’importante taglio del personale, si cercherà di ridurre i costi di gestione e di stabilire nuovi rapporti con il Comune, nel tentativo di risollevare le sorti della più importante azienda della provincia di Como.

Ormai non è più tempo di sperare in una spontanea ripresa della casa da gioco o in un cambio più favorevole. La concorrenza del Casinò di Lugano e del gioco in rete, il boom delle macchinette mangiasoldi nei locali pubblici, la crisi economica e il cambio euro-franco, stanno piegando la “cattedrale laica” di Mario Botta.

Si registra infatti un calo del 20% degli incassi, pari a circa 7 milioni di euro; lo scorso anno invece il buco era stato di circa 40 milioni di franchi.
joe | 17 lug 2012 14:27

Articoli suggeriti
La direzione comunica ai sindacati il numero dei dipendenti a rischio, che sale a 210