Accedi-1/7°

Apprendisti? No, grazie

Settanta aziende in meno quest’anno sono disposte ad assumere apprendisti. Il settore maggiormente colpito è il commercio

È un campanello d’allarme quello suonato dal Dipartimento dell’educazione. Sono settanta in meno le aziende che quest’anno hanno dato la loro disponibilità ad assumere apprendisti.

È quanto è emerso dal bilancio estivo della Campagna di collocamento a tirocinio presentata stamani a Giubiasco. Un calo che preoccupa l’ufficio dell’orientamento, anche se nel complesso la situazione è rassicurante. I posti di tirocinio offerti sono oltre 2600, dato che ricalca l’andamento positivo del 2011.

Il settore maggiormente colpito è quello del commercio, che registra un calo di circa settanta posti di tirocinio. In totale sono 367 i giovani ancora in cerca di un contratto. Per loro ci sono ancora due mesi: parola d’ordine: non perdersi d’animo e cercare.

Alle aziende viene lanciato l’appello di non rinunciare alla loro responsabilità sociale. Formare nuovi ragazzi è importante per garantire la presenza di personale qualificato, che oggi purtroppo scarseggia.

Da parte loro, i ragazzi sono speranzosi. L’obiettivo è si quello di trovare un lavoro, ma anche di seguire i propri sogni.

LG
Adele | 9 lug 2012 15:59