Accedi13/22°
Sfoglia la gallery

Gottardo: operaio sepolto da una frana

Non si può recuperare, troppi i pericoli di ulteriori scoscendimenti. La linea del San Gottardo rimane chiusa fino a "tempo indeterminato"

Ci sono ancora tra i 200 e i 300 metri cubi di roccia pericolanti e per questo motivo i soccorritori non possono procedere a recuperare l'operaio rimasto sepolto dalla frana che questa mattina, verso le 9, è caduta nei pressi di Grutnellen.

Altri due operai sono invece rimasti feriti. La frana è precipitata nella stessa zona in cui il 10 marzo scorso erano state fatte brillare cariche esplosive per motivi di sicurezza. Gli operai stavano procedendo a lavori di consolidamento. La linea è del Gottardo è chiusa fino a "tempo indeterminato" come comunicano le ferrovie.

Le FFS hanno istituito per il traffico interno un servizio sostitutivo di autobus sul percorso Flüelen - Göschenen, mentre i viaggiatori internazionali diretti in Italia vengono invitati a transitare dal Sempione, con tempi di percorrenza che si allungano di 60/90 minuti.

Sul luogo del disastro sono intervenuti agenti della polizia urana, i pompieri di Gurtnellen, la REGA e due ambulanze, che hanno provveduto a trasportare i feriti all'ospedale cantonale. Sulla sorte dell'operaio travolto la polizia non ha fornito nessuna informazione, limitandosi a dire che non è ancora stato estratto dai detriti. Prima che i soccorritori possano intervenire è infatti necessaria un'analisi geologica.

L'autostrada A2 e la strada cantonale sono normalmente percorribili. In un comunicato le ferrovie federali indicano in 2000-3000 i metri cubi di roccia caduti e che questo evento non poteva essere previsto. Non sono esclusi ulteriori scoscendimenti.
minols | 6 giu 2012 10:52

Articoli suggeriti
Una frana nei pressi di Gürtnellen ha bloccato i treni. I viaggiatori da e per l'Italia sono indirizzati verso il Sempione
Ora si tratta di mettere in sicurezza la zona. Probabilmente la linea del Gottardo potrà tornare alla normalità il 2 luglio