Accedi11/23°
Sfoglia la gallery

Unite Roots & culture si presenta

Si tratta di una no profit nata da un gruppo di giovani amici ticinesi legati da un comune sentimento: creare una catena umana di solidarietà

L’associazione Unite Roots & culture è una no profit nata da un gruppo di giovani amici ticinesi legati da un comune sentimento: ovvero il desiderio di riuscire a creare una catena umana di solidarietà per dare a chi ha poco o niente la possibilità di crescere.

Il loro motto é "cultura per agricoltura“, cioé favorire uno sviluppo sostenibile nelle aree del mondo. Il loro primo progetto é concentrato sul Senegal dove hanno a disposizione una vasta zona agricola di circa 50 ettari, situata nei pressi della città sacra di Touba, da bonificare. Il tutto sotto l’appoggio del Presidente della gemella associazione Unite Roots senegalese, Cheikh Abdoul Akhad Mbacke.

Uno degli obiettivi fondamentali é creare condizioni favorevoli per dare la possibilità alle popolazioni disagiate di coltivare la propria terra e da essa ricavare i frutti necessari per vivere. In sintesi la bonifica consiste nel piantare alberi di alto fusto e nell’irrigare il terreno in modo da creare uno spazio adibito a pascolo e, in futuro, creare un ciclo agrigolo con annessa scuola di agricoltura.
Per fare ciò sarà necessario reperire materiale agricolo, attrezzature idonee, come pompe idriche, e risorse umane che intendano impegnarsi.

Oltre a ciò, sempre in Senegal, si vuole insediare diversi spazi culturali adibiti a scuola di pittura, di musica e di lingua in zone come la Gorè e Mborò, dove l'associazione ha già contatti avanzati.

Per raggiungere tutto questo l’associazione si prefigge di ricavare fondi attraverso l’organizzazione di eventi sportivi, culturali e musicali. Dopo le due giornate di presentazione svoltesi a Locarno e Chiasso, dove si ha riscontrato un buon successo di pubblico, l'associazione invita tutti a seguire le novité sul loro sito internet: www.unitedrootsandculture.org.
joe | 14 mag 2012 18:20