Accedi14/25°

AET: l'utile si dimezza

L'esercizio 2011 si è chiuso con un utile consolidato di 17 milioni. Al Cantone andranno 14,2 milioni

Oggi sono stati presentati i conti 2011 dell'AET. L'azienda elettrica cantonale ha chiuso l'esercizio con un utile di17  milioni di franchi. Lo scorso anno il risultato era stato di 35 milioni. Un utile dimezzato, quindi e inferiore alle attese, come comunica l'azienda.

A commento di questi risultati, l'AET indica "la produzione idroelettrica aziendale del 12% inferiore alla media decennale, il corso sfavorevole del cambio dell’euro rispetto al franco svizzero, lo sconto di 0.5 cts/kWh concesso ai distributori con nuovi contratti e l’aumento del 25% dei canoni d’acqua, entrato in vigore il 1. gennaio 2011".

Al Cantone andranno 3,2 milioni sotto forma di interessi sul capitale di dotazione e 11 milioni quale partecipazione all'utile.

Per il futuro l'azienda prevede scenari difficili a seguito della crisi internazionale, all'abbandono del nucleare, all'apertura del mercato e alle strategie sulle energie rinnovabili in Europa. Tutte cose che, secondo AET, porteranno ad un aumento del prezzo dell'energia.

 

 

minols | 10 mag 2012 14:35