Accedi11/23°

Telefonini ticinesi venduti in Italia

Contrabbando: la Guardia di Finanza ha fermato un italiano residente in Svizzera. I telefoni finivano a Milano

Un contrabbando di articoli di 3500 articoli di telefonia è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Olgiate Comasco. Gli apparecchi erano arrivati in Italia provenienti dal Ticino eludendo le frontiere. Il valore della merce è di 32'000 euro.

"L’operazione è partita durante un’azione di monitoraggio e pedinamento nei confronti di un cittadino italiano residente in Svizzera che solitamente varcava la frontiera per raggiungere l’area urbana di Milano con la propria autovettura" si legge nel comunicato della GdF.

Inoltre: "Le indagini svolte dalle Fiamme Gialle, hanno consentito di individuare il luogo di stoccaggio della merce in un piccolo box ubicato nel centro di Milano, dove il soggetto svolgeva la propria attività commerciale in maniera del tutto abusiva.

La merce sequestrata è costituita per la maggior parte da oggetti elettronici delle marche più note e di tendenza, quali I-Phone, I-Pad e relativi accessori tra cui display, cover e custodie, oltre a telefoni cellulari tradizionali e dual-sim, lettori musicali MP3 ed MP4, fotocamere e videocamere digitali, decoder digitali terrestri, navigatori satellitari, dispositivi di memoria vari SD e USB, e parti di ricambio".

joe | 10 mag 2012 15:36