Accedi13/24°

"Il Fox Town vuole rimanere in Ticino"

Silvio Tarchini a margine dell'incontro con Laura Sadis ha dichiarato che la possibilità di un trasferimento in Italia è "remotissima"

Ieri sera si è svolto l’atteso incontro tra Silvio Tarchini, patron del Fox Town, e Laura Sadis accompagnata dal Direttore della Divisione economia Stefano Rizzi direttrice del Dipartimento finanze ed economia. Scopo dell’incontro valutare la situazione dell’out-let di Mendrisio in ottica aperture domenicali.

Aperture che sono al centro di polemiche dopo la decisione del DFE di concedere le aperture straordinarie anche al Centro Ovale di Chiasso. I sindacati non sono d’accordo e fanno riferimento alla legge federale sul lavoro che impedisce il lavoro domenicale, a parte qualche eccezione. Una questione che riguarda anche il Fox Town, in quanto l’attività non rientrerebbe in quelle beneficiarie di una deroga, ossia attività di “interesse turistico”. E ora il DFE comincerà i controlli per valutare il rispetto di questa legge.

Il punto è che il Fox Town gode del privilegio delle aperture domenicali da 17 anni grazie anche ad un contratto collettivo di lavoro in vigore nel centro commerciale che garantisce determinate condizioni, alle quali i sindacati hanno dato la loro approvazione. Una situazione “tollerata” da tutti. I sindacati UNIA e OCST riconoscono la specificità dell’offerta del Fox Town e quindi dell’apertura domenicale, ma le concessioni al Centro Ovale di Chiasso hanno aperto la questione della parità di trattamento.

Silvio Tarchini ha detto senza mezze parole che l’apertura domenicale è fondamentale e parte integrante del contratto che l’out-let ha stipulato con i negozi presenti al suo interno. Se non si potrà aprire la domenica, Tarchini ha paventato la possibilità di trasferire il centro in Italia, dove vige la libertà assoluta di apertura.

È in quest’ottica che ieri sera c’è stato l’incontro. Ebbene, secondo quanto dichiarato al Corriere del Ticino Tarchini ha detto che il trasferimento in Italia “È una variante che non stiamo assolutamente analizzando: si tratta di una possibilità remotissima. Troveremo una soluzione per continuare la nostra attività in Ticino”.

Ma Tarchini ha anche detto che "Dobbiamo lavorare in sintonia per trovare con tutte le parti un accordo che ci permetta di ristabilire la pace e la tranquillità che ha regnato nel nostro Cantone negli ultimi diciassette anni. Fatto questo potremo proseguire la nostra attività come in passato".

MM
minols | 10 mag 2012 11:51

Articoli suggeriti
Il ricorso contro l’autorizzazione delle aperture domenicali del Centro Ovale di Chiasso fa tremare il centro di Mendrisio
Secondo l'MPS l'eventuale chiusura del Fox Town "ricadrebbe sul DFE e sul governo". Pronzini: "Tarchini è furbo. Non chiuderà"
Per il sindacato non si devono concedere aperture domenicali ad attività che non rappresentano un'unicità come il Fox Town
L'idea viene dalla deputazione ticinese a Berna. Si vuole estendere la lista delle eccezioni in nome del "turismo del commercio"
Il Governo ha incontrato Tarchini: soluzione in vista per le aperture domenicali. Il centro Ovale: Arnoldo Coduri direttore
La Volpe non fa eccezione. Dovrà rispettare la legge federale sul lavoro che vieta l’utilizzo della manodopera alla domenica