Accedi

Mafia a luci rosse: un arresto

L'uomo che, la notte dello scorso scorso 9 di marzo, accoltellatellò un altro uomo a Bissone è stato arrestato in Germania

Lo scorso 9 marzo uno straniero è stato ferito gravemente con un'arma da taglio per strada a Bissone poco prima delle due del mattino (per saperne di più clicca qui). Secondo gli inquirenti la motivazione del reato sarebbe da ricondurre a screzi nell'ambito della gestione della prostituzione illegale nel nostro Cantone. E proprio da questo accoltellamento sono partite alcune inchieste di polizia che hanno poi portato alla chiusura di diversi postriboli ticinesi nelle ultime settimane nell'ambito dell'operazione "Domino".

Ora, il Ministero Pubblico e la Polizia cantonale segnalano che uno dei presunti autori materiali del ferimento, fuggito subito dopo l'accoltellamento e contro il quale era stato spiccato un mandato d'arresto internazionale, è stato fermato ieri in Germania.

Tramite l'Ufficio federale della Giustizia saranno espletate nei prossimi giorni le pratiche relative alla richiesta d'estradizione della persona sospettata. Si ricorda che l'indagine è coordinata dal Procuratore generale John Noseda ed è condotta dal Commissariato di Lugano e dalla Sezione Teseu.
joe | 8 mag 2012 15:59