Accedi1/2°

Bellinzona: ancora guai per la Polcom

Il Consiglio di Stato ha annullato la nomina dei responsabili dei Servizi generali e del Nucleo antidroga

Non c'è pace per la polizia comunale di Bellinzona. Accogliendo il ricorso di un agente che aveva inoltrato la sua candidatura, il Consiglio di Stato ha annullato le nomine dei nuovi responsabili dei Servizi generali  e del Nucleo  antidroga. Nomine decise dal vecchio esecutivo.

L'allora municipale Flavia Marone - ha deciso il governo - non avrebbe dovuto partecipare alla scelta, in quanto parte di una vertenza  che vedeva coinvolto anche il candidato scartato.

Responsabile del Dicastero Polizia è il sindaco Mario Branda, il quale, raggiunto telefonicamente, chi ha confermato che il Municipio ora dovrà richinarsi sulla faccenda.

MM
minols | 8 mag 2012 13:09

Articoli suggeriti
Sono usciti allo scoperto, sfidando il clima politico che si è creato attorno ai vertici della Polcomunale
Respinta l’istanza di promozione d’accusa con la quale Beltraminelli chiedeva di riaprire l’inchiesta per diffamazione
Il comandante della Polcom era accusato di diffamazione nei confronti della famiglia di un agente. Brenno Martignoni a Radio 3i
L'agente era in aperto confronto con il comandante Beltraminelli. Quest'ultimo aveva chiesto l'allontanamento di altri due agenti