Accedi14/25°

Salario minimo in cambio di deroghe

AITI, UNIA e OCST hanno stabilito un salario minimo di 3'000 franchi per le aziende che chiederanno deroghe ai contratti di lavoro

L'AITI, l’associazione che riunisce le aziende industriali ticinesi, e i sindacati UNIA e OCST si sono incontrati oggi per valutare un possibile accordo concernente le norme di comportamento fra le parti sociali in caso di deroghe ai contratti di lavoro in situazione di crisi.

Ebbene le parti hanno concordato che, in caso di richieste di deroga le aziende che faranno capo all’accordo dovranno corrispondere un salario minimo di 3'000 franchi per tredici mensilità. Si sottolinea come questo non significhi l’introduzione di salari minimi generalizzati.

Nel comunicato dell’AITI si legge inoltre che: “nel caso in cui l’azienda non raggiungesse questo livello salariale, la stessa s’impegnerà a versare questo salario entro un termine di tre anni a partire dalla data di sottoscrizione dell'accordo, per usufruire dell’accordo medesimo”.
minols | 4 mag 2012 15:49