Accedi16/24°

LAC: Prima condanna in cantiere

Otto operai verranno risarciti di 50'000 franchi. Sarà una ditta di Basilea ad occuparsi del risarcimento

Otto operai del LAC di Lugano verranno risarciti di 50'000 franchi. Stando a quanto anticipato dalla RSI, il decreto d'accusa intimato dal Pretore di Lugano sarebbe la prima condanna per abusi registrati sul cantiere dell'ex-Palace, dove si sta realizzando il futuro centro culturale di Lugano.

Sarà la TABA AG, una ditta di Basilea, a risarcire gli impiegati. Proprio un anno fa questa ditta aveva ricevuto un subappalto per effettuare lavori di carpenteria in ferro dalla COMSA.

Il decreto d'accusa, che non è ancora cresciuto in giudicato, è stato accolto da un lato con molta soddisfazione, ma dall'altro suscita qualche preoccupazione per l'UNIA. La situazione dei cantieri ticinesi sarebbe sempre allarmante.
minols | 30 apr 2012 08:24