Accedi5/11°

Lugano: potenziato il Cardiocentro

Da sei a nove letti per le cure intensive. Tiziano Cassina: "Questo ulteriore accreditamento ha un grosso significato"

Importante riconoscimento per il Cardiocentro di Lugano, del quale beneficeranno anche i cittadini ticinesi. Con un comunicato la struttura ospedaliera informa che “la Società Svizzera di Medicina Intensiva, su raccomandazione della Commissione per il riconoscimento dei reparti di Cure Intensive (SGI-KAI), ha stabilito che il Cardiocentro Ticino soddisfa pienamente i criteri necessari per la certificazione di 9 letti di terapia intensiva, rispetto ai 6 già precedentemente riconosciuti”.

Soddisfazione da parte del dottor Tiziano Cassina, primario di cardioanestesia e cure intensive del centro. “Per il paziente ticinese si tratta senz’altro di una buona notizia. Questo ulteriore accreditamento ha difatti un grosso significato in quanto riconosce ai professionisti del nostro reparto la capacità di saper rispondere con qualità e competenza alle esigenze dei pazienti con gravi patologie cardiovascolari”.

Il cardiocentro è attivo a Lugano da dodici anni e nel 2011 si piazzò al decimo posto tra i migliori datori di lavoro svizzeri, secondo lo Swiss Arbeitgeber Award, primo tra le strutture ospedaliere e prima azienda ticinese.
joe | 26 apr 2012 13:23

Articoli suggeriti
L'istituto luganese ha siglato un accordo con l'Ospedale e Uni di Zurigo. Tiziano Moccetti a Radio3i: "Nuove opportunità"