Accedi17/25°

Armi e droga: condannata 68enne

La donna è stata condannata a 24 mesi per aver trafficato pistole, mitragliette, cocaina e marijuana

Arrotondare l’AVS con armi e droga. Questo ha fatto la 68enne del Bellinzonese condannata per aver trasportato nel 2009 dal Sudamerica un chilo di cocaina, oltre trenta di marijuana e, inoltre, armi nella fattispecie pistole e mitragliette.

La donna è rea confessa ed è stata giudicata in merito ai reati di ripetuta infrazione alla Legge federale sugli stupefacenti e sul materiale bellico. La donna, che è assistita dall’avvocato Lorenzo Fornara, è stata condannata a 24 mesi sospesi condizionalmente ed ha già scontato 23 giorni di carcere.

Nell’atto di accusa redatto dal procuratore federale Alfredo Rezzonico le viene addebitato il fatto che, assieme al marito, aiutò ad esportare verso l’Italia mezza dozzina  di armi da fuoco e cartucce. Oltre a questo, sempre assieme al marito ed altri tre uomini, si dedicò al traffico di stupefcenti. Nella sua macchina fu infatti trova un chilo di cocaina importata dal Sudamerica.
Per il marito le accuse che si configurano sono anche più pesanti e l’inchiesta richiederà tempi più dilatati.
minols | 26 apr 2012 10:09

Articoli suggeriti
La donna del Bellinzonese aveva trafficato tra il 2008 e il 2010 cocaina, marijuana e armi da fuoco