Accedi5/11°

Chiasso: il centro asilanti è pieno

Sovraffollamento, necessario aprire una struttura della protezione civile. Colombo: "L'UFM si è fatto trovare impreparato"

Il centro di accoglienza per richiedenti l’asilo di Chiasso non è in grado di ospitare tutte le persone che sono arrivate in Ticino in questi giorni, per questo motivo è stato riapero il rifugio della protezione civile di Via Chiesa. Questo quanto riporta il Corriere del Ticino.

Ma la soluzione non piace al sindaco Moreno Colombo, il quale dice che “L’Ufficio Federale della Migrazione si è fatto trovare impreparato”. Sono una cinquantina i profughi ospitati nel centro di Via Chiesa.  Questa situazione è anche figlia della chiusura del centro PC di Vacallo che poteva ospitare 35 persone. “Si sapeva da tempo che questo rifugio sarebbe stato chiuso – continua Colombo – ma nessuno si è mosso. Senza l’apertura del centro PC di Chiasso alcune persone avrebbero dovuto dormire per strada il che sarebbe stato ancora peggio”.

Ma come si è giunti a questa situazione di sovraffollamento? Il direttore del centro richiedenti l’asilo Antonia Simona dice che a causa del week-end pasquale gli uffici erano chiusi e non è stato possibile attribuire richiedenti ad altri cantoni.
In ogni modo per oggi e domani sono programmate delle partenze che dovrebbero riportare la situazione alla normalità e sempre secondo Simona, il rifugio di Via Chiesa “dovrebbe chiudere tra 2-3 giorni”.
joe | 11 apr 2012 12:01

Articoli suggeriti
Due richiedenti d'asilo di 21 e 23 anni creano disordini. Poi uno dei due si auto-ferisce tagliandosi agli arti superiori e al petto
Popolazione: dal 2000 a Bassersdorf è aumentata del 50,2%. A Chiasso e Prilly il record della quota di asilanti
Buone notizie per il municipio di Chiasso: il centro di registrazione della città potrebbe non essere più l’unico del Cantone
Le baracche militari di Varenzo, indicate come possibile sistemazione, sono in una zona a rischio valanghe