Accedi13/23°

Il Ticino punta su Ucraina e Polonia

Collaborazione tra DFE e Camera di commercio per promuovere l’export. Audio: Sadis e Albertoni a Radio 3i

Laura Sadis intervistata da Alessandro Cocca
Luca Albertoni intervistata da Alessandro Cocca

Pubblico e privato uniscono le forze per promuovere le attività commerciali verso l’estero. Settore fondamentale per l’economia, l’export in Ticino ha visto le sue cifre triplicare negli ultimi 15 anni. I numeri li ha snocciolati questa mattina la ministra dell’economia e delle finanze Laura Sadis, ospite della Camera di commercio in occasione della giornata dell’export.

Nel 2011 – ha ricordato Sadis – dal Ticino sono stati esportati beni per poco più di 8 miliardi di franchi. “Numeri che impongono una riflessione su come promuovere meglio questa attività”. In quest’ottica si muove il nuovo accordo di collaborazione che verrà siglato a breve tra DFE e Camera di Commercio. “Il Cantone manterrà la funzione di capofila nella promozione del territorio per attirate nuove aziende, ha spiegato Sadis. Per contro, nella attività di promozione verso l’estero la leadership andrà al privato con il sostegno istituzionale del Cantone”.
 
In particolare la camera di commercio stamani ha presentato un nuovo servizio che verrà messo a disposizione delle aziende affiliate: un centro di competenze con lo scopo sostenere e accompagnare le aziende sui mercati internazionali, ma anche di accogliere le delegazioni commerciali estere, e non da ultimo di organizzare nuove missioni economiche. Dopo la Russia, ora si punta sull’Ucraina e la Polonia.

Al Cantone intanto la camera di commercio chiede per queste missioni economiche la copertura istituzionale, ha concluso Luca Albertoni, direttore della Camera di commercio. “La presenza dello stato in questi contesti è indispensabile”.
joe | 29 feb 2012 17:57