Accedi17/24°

"Sono sotto shock"

Toccata dal caso Bomio la mamma della campionessa ticinese Flavia Rigamonti. L'ex nazionale Voléry: "Adesso è tutto chiaro"

Il presidente della Società di nuoto Bellinzona Flavio Bomio, come rivela stamane laRegione Ticino, è stato denunciato da due sue presunte vittime nello scorso mese di novembre. Si tratta di due giovani che ai tempi dei fatti erano minorenni e che oggi sono maggiorenni.

Dopo le due denunce è scattata l'inchiesta che venerdì mattina a Bellinzona è scaturita nel fermo, eseguito dalla polizia su ordine del pp Amos Pagnamenta. E domenica poi il giudice per i procedimenti coercitivi Edy Meli ha confermato l'arresto con l'accusa di reati sessuali nei riguardi di minori, coazione e atti sessuali con persone dipendenti.

La tempistica dell'arresto del 69enne, insegnante di italiano in pensione e per trent'anni ai vertici del nuoto a livello nazionale, non è casuale. Sabato Flavio Bomio avrebbe infatti dovuto partire per un campo di allenamento in Florida con i ragazzi della prima squadra.

L'inchiesta intanto prosegue. Polizia e magistratura stanno cercando di capire quante sono esattamente le vittime delle sue attenzioni sessuali. Flavio Bomio - durante un interrogatorio fiume durato circa dieci ore - ha ammesso di avere avuto svariati rapporti con minorenni. Venti le vittime negli anni Settanta, ha rivelato ieri la RSI. Gli episodi sarebbero però prescritti. Bomio nega invece d’aver commesso abusi in tempi recenti. Unica eccezione: uno dei due casi denunciato in novembre.

Si tratta di maschi in età adolescenziale, dai 12 ai 16 anni di età. E il bilancio potrebbe crescere ancora. Bomio, che esclude d’essersi mai imposto con la violenza, è difeso dall'avvocato Maria Galliani. Ed è rinchiuso nel carcere della Farera di Lugano, dove è seguito anche da un medico e da uno psicologo.
 
"Non era sposato. E stava sempre con i teenagers del suo club. Con loro aveva un rapporto strano. Adesso per me è tutto chiaro", questo il commento sulle colonne del Blick dell'ex nazionale svizzero di nuoto Stefan Voléry. "Sono sotto shock. Non dico di più", gli fa eco la madre della nuotatrice ticinese Flavia Rigamonti
minols | 20 dic 2011 15:47

Articoli suggeriti
È accusato di abusi su minori. I dirigenti della società: "Siamo costernati e sgomenti"
Resta in carcere Flavio Bomio, presidente del Bellinzona nuoto, arrestato venerdì sera con l’accusa di abusi sessuali su minori
La polizia ha organizzato un incontro con i genitori delle potenziali vittime. Come fatto nel caso del pedofilo di Sant'Antonino
Da quando è stata resa pubblica la notizia negli scorsi giorni non cessano di giungere in polizia nuove segnalazioni di presunte vittime
Emergono segnalazioni di 40 anni fa avve­nuti al convitto della Magistrale. Intanto proposto lo scioglimento della Società nuoto