Accedi13/24°

Too big to fail o too big to save?

Troppe banche sistemiche in uno stesso Stato sarebbero dannose. Dovrebbero essere ridimensionate

Le banche statunitensi sono troppo grandi. A sostenerlo è Simon Johnson, ex economista del Fondo monetario internazionale e professore presso il Massachusetts Institute of Technology's Sloan School of Management che, su Bloomberg, ha esposto il parere di tutti coloro che pensano che istituti dalle dimensioni titaniche possano essere dannose allo Stato e quindi vadano ridimensionate. Dallo scoppio della crisi finanziaria del 2008, alcuni analisti ed economisti si sarebbero sempre più convinti che alcune istituzioni degli Stati Uniti sarebbero "too big to fail" dunque, in caso di pericolo, si arrogherebbero il diritto di essere per forza salvate per evitare il collasso dell'intero sistema finanziario...

(per leggere tutto l'articolo clicca qui)

ticinofinanza.ch
sgr | 3 set 2012 10:53