Accedi
Commenti 16

Strade nel caos: condannati alle colonne?

A Piazza del Corriere si parla di un problema che è ormai diventato quotidiano: la viabilità immobile

Sono ormai lontani in tempi in cui negli agglomerati ticinesi, lungo l’A2 e le strade in genere ci si muoveva senza particolari difficoltà. Magari il tappo si formava alla mattina e alla sera, ma poi nel resto della giornata era tutto «nella normalità». Allora, più o meno, c’erano le strade di oggi ma molti meno veicoli immatricolati «TI», meno frontalieri e un traffico di transito sull’asse Nord-Sud meno intenso.

Oggi sulle strade ticinesi nella migliore delle ipotesi la «normalità» è il caos. L’esempio lampante è l’autostrada sempre più intasata il mattino da Chiasso verso Lugano e il pomeriggio-serata in senso contrario. Poi basta anche in lieve tamponamento a mandare l’intero sistema viario. Siano condannati alle colonne? Cosa fare?

Gianni Righinetti martedì 28 novembre dalle 20.30 a Piazza del Corriere ospita Marco Guscio, Renato Gazzola, Renzo Galfetti, Bruno Storni e Andrea Censi.

Chiamateci allo 091-640.15.23

Scriveteci su WhatsApp allo 079-500.43.50

Redazione | 28 nov 2017 06:00

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'