Accedi

CF: custodia bambini, niente proroga degli incentivi

Il programma d'incentivazione della Confederazione per la creazione di posti per la custodia di bambini complementare alla famiglia non deve essere prorogato fino al 2023.

Lo ha deciso oggi il Consiglio federale, pronunciandosi contro una proposta della Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Nazionale.

La commissione propone di prorogare per la terza volta di quattro anni la durata di validità del programma e di stanziare a tal fine 130 milioni di franchi. Lo scopo è quello di promuovere la creazione di posti di custodia per i bambini per consentire ai genitori di conciliare meglio la famiglia e il lavoro o la formazione. In vigore dal primo febbraio 2003, la legge sarà valida fino al 31 gennaio 2019, viene ricordato in un comunicato dell'esecutivo.

Il governo ha però respinto la proposta di proroga, rammentando che la custodia di bambini complementare alla famiglia è prioritariamente di competenza dei Cantoni e dei Comuni, mentre il ruolo della Confederazione, che ha già finanziato due volte un prolungamento del programma d'incentivazione, è sussidiario.
ATS | 16 mag 2018 14:47