Accedi

Foreste: bostrico in continuo aumento

È di nuovo aumentato lo scorso anno il volume di legno d'abete rosso infestato dal bostrico tipografo, fino a raggiungere un totale di 320'000 metri cubi.

Si tratta di un livello da tre a quattro volte superiore rispetto al periodo 2008-2012, indica oggi l'Istituto federale di ricerca per la foresta, la neve e il paesaggio (WSL).

I danni causati da tempeste, importanti nevicate e da ondate di caldo e siccità degli ultimi anni hanno indebolito numerose abetaie, soprattutto sul versante sudalpino, in parti dei Grigioni e alle basse quote dell'Altopiano. L'abete rosso, principale specie arborea svizzera, è anche la preferita dal bostrico, sottolinea il WSL.

Le regioni che già nell'estate torrida del 2015 o del 2016 erano state attaccate in misura superiore alla media dal bostrico hanno dovuto denunciare nel 2017 nuove gravi infestazioni. A queste si sono aggiunte tempeste estive nei cantoni di Zurigo e Turgovia. La situazione è invece migliore sulle Prealpi.
ATS | 8 mar 2018 15:58