Accedi
Commenti

"Il sostegno al miliardo di coesione è da ridiscutere"

Anche il PLR nazionale reagisce al 'ricatto UE': "Il mercato finanziario svizzero è fondamentale"

Vista la posizione assunta dall'Unione europea (Ue) il sostegno al miliardo di coesione è da ridiscutere: questa la reazione del PLR alla decisione odierna della Commissione Ue di approvare solo in via limitata il riconoscimento dell'equivalenza della borsa svizzera.

Per il mercato finanziario elvetico il tema è fondamentale, poiché una quota notevole dei volume di contrattazione arriva dall'Ue, afferma il partito in un comunicato odierno. Spostando a un livello politico quella che sarebbe una questione tecnica Bruxelles sceglie la via dello scontro, sostiene il PLR.

Secondo la formazione di Petra Gössi il cosiddetto miliardo di coesione si inserisce nell'ambito di un rapporto di partenariato fra Confederazione e Unione europea. "Se l'Ue non è pronta a normalizzare le relazioni non vi è alcun motivo di continuare con il miliardo di coesione", afferma il PLR, che in quest'ambito avrebbe anche preferito "un modo di procedere più deciso" da parte dell'esecutivo.

Il PLR invita il governo a presentare entro la primavera 2018 una via "percorribile e consapevole" di come voglia strutturare i rapporti con Bruxelles. Il Consiglio federale deve in tal ambito garantire all'economia elvetica la sicurezza del diritto e l'accesso al mercato europeo.

Il partito approva infine l'intenzione dell'esecutivo di valutare l'abolizione dell'imposta di bollo, venendo finalmente incontro a una richiesta in tal senso che sussisteva da tempo.

ATS/Red. | 21 dic 2017 16:19

Articoli suggeriti
Il Partito socialista invita il Consigliere federale ticinese a prendere in mano il dossier europeo
Secondo l'UDC bisogna adottare delle contromisure. "Leuthard ha valutato male..."
Ignazio Cassis contrario alla limitazione dell'equivalenza finanziaria. "Potremmo ridiscutere il miliardo di coesione"
Il Consiglio federale ritiene discriminatoria e di dubbia legalità la decisione dell'UE. Il miliardo di coesione potrebbe essere rivisto
Bruxelles ha ufficialmente approvato la decisione di riconoscere l'equivalenza della borsa svizzera a un solo anno
La Lega dei Ticinesi sull'equivalenza: "Atto di arroganza, il Consiglio federale ritiri subito il regalo da 1,3 miliardi"
Equivalenza della borsa svizzera: il consigliere nazionale PD Fabio Regazzi irritato dai "mezzucci" di Bruxelles
L'UE conferma: l'equivalenza della borsa svizzera limitata a un anno è legata all'accordo quadro istituzionale. E ora?
Molti deputati a Berna sono perplessi sull'opportunità di versare il miliardo di coesione
Il Consiglio federale contava di regolare il dossier delle borse grazie anche al miliardo di coesione, ma...
Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'