Accedi
Commenti 15

Ridotto a 296'400 fr. il salario del direttore dell'ASP

Dopo le critiche sull'elevato ammontare dei salari, la Fondazione svizzera dei paraplegici corregge il tiro

Dopo le polemiche sorte in particolare in Svizzera tedesca, l'Associazione svizzera dei paraplegici (ASP) ha deciso di ridurre il salario del suo direttore Thomas Troger da 356'000 a 296'400 franchi all'anno.

L'ammontare dei salari versati ai suoi dirigenti dalla Fondazione svizzera per i paraplegici, un'organizzazione non a scopo di lucro, era stato oggetto di parecchi critiche dopo che era stato reso pubblico dalla Weltwoche.

Troger in particolare percepisce quest'anno 356'200 franchi lordi, cui si aggiunge un forfait di 1'000 franchi al mese per le spese di trasferta.

La Fondazione svizzera per i paraplegici ha dichiarato in un comunicato che "secondo un recente studio comparativo, i salari corrispondono ai valori di mercato. La sola eccezione è quella del direttore Troger, motivo per il quale il Consiglio di fondazione ha chiesto una riduzione progressiva di questo salario fino al mese di ottobre 2019."

A partire dal 1° ottobre 2019, il salario del direttore dell'ASP sarà quindi di 296'400 franchi.

Il presidente dell'associazione, Christian Belt, ha spiegato che "il salario di Thomas Troger è stato stabilito sulla base delle sue responsabilità di dirigente, delle sue notevoli performance e delle funzioni che occupa."

Anche i salari degli altri dirigenti della Fondazione svizzera per i paraplegici sono importanti. Il direttore del Centro svizzero dei paraplegici, Joseph Hofstetter, guadagna 467'415 franchi all'anno, cifra alla quale si aggiunge la messa a disposizione gratuita di uno studio. Il presidente del Consiglio di fondazione, Daniel Joggi, percepisce dal canto suo più di 100'000 franchi per un impiego a metà tempo.

Redazione | 14 nov 2017 16:37

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'