Accedi

Operazione antiterrorismo francosvizzera: un sospetto liberato

Uno dei nove uomini, tra cui uno svizzero domiciliato in Romandia, arrestati martedì in Francia perché sospettati di progettare un attentato di natura islamista, è stato rimesso in libertà.

Lo ha indicato oggi all'agenzia di stampa francese Afp una fonte giudiziaria, senza indicare di chi si trattasse.

Per gli altri otto è prevista la presentazione davanti a un giudice in vista dell'incriminazione, ha aggiunto la medesima fonte.

Complessivamente in un'operazione avvenuta contemporaneamente in Francia e in Romandia erano state fermate dieci persone. La decima è una cittadina colombiana 23enne arrestata in Svizzera, dove il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha chiesto l'incarcerazione preventiva.
ATS | 10 nov 2017 18:22