Accedi

Agli Svizzeri piace sempre viaggiare

Agli Svizzeri piace sempre viaggiare, nonostante una situazione mondiale instabile. Nel 2016 oltre il 90% della popolazione residente nella Confederazione ha trascorso almeno una notte a pagamento fuori casa.

L'anno precedente la percentuale era dell'88,4%, indica oggi una nota dell'Ufficio federale di statistica (UST).

In media, nel 2016, ogni abitante ha compiuto tre viaggi con pernottamento, di cui almeno due fuori dalla Svizzera, precisa ancora l'UST. Gli Svizzeri tedeschi sono perfettamente nella media nazionale, con tre viaggi con pernottamenti, mentre Romandi (2,9) e Ticinesi (2,6) hanno viaggiato un po' meno.

Un terzo di queste "escursioni" si è svolta entro i confini nazionali, mentre circa il 40% è stato compiuto in un Paese vicino, la maggior parte in Germania, Italia o Francia.

Tra le destinazioni più gettonate, la Francia ha leggermente perso di attrattiva, mentre la Spagna e il Portogallo hanno accolto più turisti svizzeri rispetto all'anno precedente. Non sono mancati pure viaggi in altri continenti.

Dieci viaggi di un giorno

Per un viaggio privato con pernottamento, il turista svizzero ha sborsato 147 franchi al giorno, ovvero circa 9 franchi in più rispetto al 2015. Chi ha scelto l'estero, ha speso 160 franchi. L'UST ha calcolato le spese per il trasporto, i pasti e i pernottamenti nonché altri costi.

Complessivamente ogni residente svizzero ha compiuto una decina di viaggi di una giornata (10,2 contro 10,7 nel 2015), di cui la maggioranza in territorio elvetico. In media gli Svizzeri tedeschi hanno effettuato oltre 11 escursioni, molto di più degli Svizzeri italiani (5,2).

Per l'inchiesta l'UST ha interrogato 3'000 persone circa in tutta la Svizzera di sei anni e più.
ATS | 9 nov 2017 15:22