Accedi
Commenti

Uccise tre persone a Daillon, per procura è irresponsabile

Chiesto l'internamento per l'autore della sparatoria

Il Ministero pubblico vallesano ha terminato l'inchiesta sulla sparatoria avvenuta a Daillon (VS) il 2 gennaio 2013, costata la vita a tre persone. L'irresponsabilità dello sparatore è attestata da due perizie psichiatriche.

Sarà dunque chiesto l'internamento o l'esecuzione di una terapia, indica oggi la procuratrice Catherine Seppey, confermando la notizia pubblicata da 20 Minutes. Oltre al fatto che lo sparatore era ubriaco, gli esperti menzionano una schizofrenia.

La sera del 2 gennaio, dopo aver bevuto molto, l'uomo di 33 anni aveva sparato una trentina di colpi contro diverse persone dalla finestra della sua abitazione a Daillon, un piccolo villaggio sopra Sion. Tre donne erano rimaste uccise mentre due uomini, di cui uno zio dello sparatore, avevano riportato ferite.

ATS | 8 nov 2017 15:55

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'