Accedi
Commenti 1

Terrorismo, uno svizzero in manette

Arrestata anche una 24enne colombiana domiciliata in Svizzera nell'ambito di un'operazione franco-elvetica

Due persone domiciliate in Svizzera sono state arrestate nel quadro di un procedimento penale per terrorismo condotto in Francia. Lo indica il Ministero pubblico della Confederazione (MPC). Stando ai media francesi, che riferiscono di diversi fermi effettuati nell'Esagono, si tratta di una operazione volta a sventare un attentato.

In una nota, l'MPC precisa di aver ordinato la perquisizione del domicilio delle due persone coinvolte, nei cantoni Neuchâtel e Vaud. Una delle due persone - una colombiana di 23 anni - è stata arrestata in Svizzera, l'altra - un cittadino svizzero di 27 anni - in Francia.

In Svizzera il procedimento penale è condotto per sospetta violazione della legge federale che vieta i gruppi "Al-Qaida" e "Stato islamico". Il MPC ha avviato le indagini in seguito a una denuncia della procura del Canton Vaud.

Nella nota, il Ministero pubblico della Confederazione precisa di essere in contatto con le autorità francesi e che le operazioni "sono state svolte simultaneamente e in stretta collaborazione".

Redazione | 7 nov 2017 12:26

Vuoi dire la tua sull'argomento? Clicca 'Commenti'